mercoledì 3 agosto 2016

Ti metterò nello scrigno delle cose perdute.

Sei preziosa come un desiderio irrealizzato e ti custodirò gelosamente tra i miei ricordi.
Potevamo tenerci la mano fino a primavera, aspettare insieme l'arrivo dell'estate e godere della frescura dell'autunno, invece si è fatto inverno.
Hai ragione tu, non mi posso accontentare di perdermi nei tuoi occhi, morire sulle tue labbra senza avere un posto riservato in un angolo del tuo cuore.



Non si appartiene a ciò che si ha ma a ciò che si vuole, quindi mi appartieni nei miei pensieri, nei miei sogni, nei miei risvegli.

Nessun commento:

Posta un commento