martedì 9 agosto 2016

Sarebbe sufficiente sfiorarti per riconoscerti tra mille.
Nella mia immaginazione abbiamo fatto l'amore sotto le stelle, distesi su di una spiaggia di sabbia dorata. La luce della luna illuminava il tuo volto e accompagnava i brividi e il rumore dei respiri affannati. Io e te, soli, persi in un abbraccio.Nella mia immaginazione ci siamo divorati, deturpati, ci siamo stretti al cuore. Ho fantasticato così a lungo sulle tue abitudini, sul ritmo del tuo sonno, sull'odore della tua pelle. Ho fantasticato così a lungo, da convincermi che da qualche parte esisti.Nessuno può dire se le nostre vite si mescoleranno, però ho la certezza che, pur essendo un'estraneo, di poterti conoscere meglio di chiunque altro.




Nessun commento:

Posta un commento