martedì 30 agosto 2016

Era un sogno di una notte di mezza estate o giù di li.


Sei comparsa dal nulla ed io mi sono affacciato alla finestra del tuo mondo per poter capire cosa vedono i tuoi occhi.
Mi hai dipinto con i colori dell’arcobaleno, io che se mi guardo allo specchio vedo riflessa una figura in bianco e nero.
Ho ascoltato le tue parole dolci ed accoglienti.
Ho creduto al desiderio nascente che mi ha spinto verso di te.
Ho cercato di dare sfogo alle mie emozioni, affinchè non soffocassero sotto il peso dell’indifferenza.
Ho sentito i tuoi passi allontanarsi nel buio e il freddo della solitudine che mi avvolgeva ..



Nessun commento:

Posta un commento