mercoledì 24 dicembre 2014

PIACEVOLI RICORDI.



A distanza di ore sentiva ancora il suo gusto in bocca. Continuava a pensare a quanto fosse buono il suo sapore.
L'aveva assaporata, leccata, mangiata e mordicchiata lentamente. La lingua che si muoveva vorticosamente cercando il suo inconfondibile gusto.
Sensazioni uniche e irripetibili. Ancora a lui non pareva vero di poter aver provato tanto piacere. Aveva deliziato tutti i sensi e non vedeva l'ora di riprovarla e pregustava già questo dolce pensiero.
Era senza dubbio la porzione di tiramisù più buono che avesse mai mangiato.



Nessun commento:

Posta un commento