giovedì 4 luglio 2013

La prima volta.

Si erano detti che era giunto il momento di guardarsi negli occhi e fissarono l'appuntamento all'uscita dell'autostrada. Lei era in forte ritardo e lui camminando nervosamente sul ciglio della carreggiata aveva quasi scavato un solco. Era il primo incontro dopo settimane di conoscenza via chat e telefono. Un bacio ed un abbraccio veloce e via a fare una passeggiata in riva al mare, mano nella mano. Un susseguirsi di sguardi, risate ed ammiccamenti. Finì come doveva finire, nel modo che avevano immaginato e sperato. Un aggrovigliarsi di corpi, fremiti, carezze, odori e gemiti. Di quell'incontro gli rimase impresso nella mente il risveglio al mattino, quando il loro piedi si sfioravano e giocavano, come se stessero danzando.



Nessun commento:

Posta un commento