venerdì 14 giugno 2013

"I demoni"

Ognuno di noi ha uno o più demoni che lo tormentano.
Non faccio eccezione neanche io; sono pensieri che assillano, un vero “travaglio dell’anima”. Per me iniziano a materializzarsi all’alba, al contrario dei più, mi accompagnano nell’arco della giornata, una vera presenza costante. Col tempo quasi ci si abitua, perché alcuni dolori si somatizzano e quindi li vivi come entità reali. Se non li avverti, ma si tratta di attimi, quasi ne senti la mancanza e ti poni domande, perché diventa un’anomalia alla quotidianità.
Il mio peggiore demone per placarsi ha bisogno di carta, tabacco e nicotina in modo che le mie paure si possano trasformare in fumo.


Nessun commento:

Posta un commento