mercoledì 29 maggio 2013

La metamorfosi

La sua era una storia di continue trasformazioni, un alternarsi di “yin” e “yang”, bene e male, giorno e notte, bianco e nero.
All’apparenza conduceva una vita ordinaria, fatta di casa e lavoro, impegni quotidiani nei suoi negozi e routine; la messa la domenica mattina e volontariato presso il circolo degli anziani del paese.
Quando però in cielo appariva la luna piena, ecco, un tumulto lo coglieva e tra mille dolori lancinanti ed urla disumane, avveniva la metamorfosi.
Al divenire dell’alba il licantropo recuperava il suo solito aspetto.
Un giorno però uno de lettori di 10Righe lo riconobbe, era Michele Cogni.
Fù così che la paura divenne ilarità.


Nessun commento:

Posta un commento