domenica 19 maggio 2013

Imprevisti dietro l'angolo.

Ogni volta che varcavo quella porta,
lasciavo dietro di me il mondo ..
La macchina era parcheggiata a due passi,
un giro di chiave e via ..
macinavo chilometri nel buio della notte,
senza una meta precisa,
paese dopo paese, assorto nei miei pensieri,
pensando a quello che le avrei voluto dire al mio ritorno.
L’ansia saliva col passare del tempo,
ma dove cazzo volevo andare senza soldi e con la macchina in riserva ???


Nessun commento:

Posta un commento